Archives Gennaio 2019

Noleggio Vincente > 2019 > Gennaio

Quanto ne sai di Ferrari? Scopri se sei un vero esperto.

30 Gennaio 2019 / 0 Comments / 139 / news 2019, noleggio
Quanto ne sai di Ferrari? Scopri se sei un vero esperto

Simbolo del Made in Italy e amata in tutto il mondo, la Ferrari è venerata da tutti gli appassionati di auto sportive, da chi segue le corse in pista e dagli amanti del design automobilistico. Ma sei sicuro di conoscere proprio tutto di questa fantastica Ferrari?

 

IL NOME
La Ferrari all’inizio della sua fantastica carriera non si chiamava in questo modo. Tutto nacque da Enzo Ferrari che nel 1939 fondò l’azienda con il nome “Auto avio costruzioni”. Questa azienda in un primo momento produceva parti di velivoli e solo successivamente poi passò alle automobili. Al nome “Auto avio costruzioni”, nel 1947, si aggiunse il cognome del fondatore, per poi infine prendere solo quest’ultimo: Ferrari.

IL CAVALLINO
Il cavallino rampante del famoso stemma, deriva da quello usato nella prima guerra mondiale dall’aviatore Italiano Francesco Baracca. Esso fu ceduto direttamente dalla famiglia Bracca ad Enzo come portafortuna, che lo custodì fina ai giorni nostri.
Il cavallino nero imbizzarrito fu accompagnato inoltre da uno scudo giallo canarino, esso non è un colore a caso ma è esattamente il colore della città di Modena, la città di nascita di Enzo Ferrari che nacque nel 1908. Nella parte superiore infine lo scudo fu bordato con un contorno con i colori della bandiera italiana

IL PROGETTO
Alla fine della seconda guerra mondiale ebbe inizio il progetto per la realizzazione della prima autovettura del marchio Ferrari, la 125 S.
Con motore da 12 cilindri e 1500 cm³, questa fantastica auto debuttò sul Circuito di Piacenza l’11 Maggio del 1947.
Inoltre il 25 dello stesso mese vinse la sua prima guerra al Gran Premio di Roma sul circuito intorno alle Terme di Caracalla.

Noleggio: a cosa prestare attenzione prima di firmare il contratto

29 Gennaio 2019 / 0 Comments / 175 / noleggio

Ormai sempre più persone scelgono di noleggiare un’auto piuttosto che averne una di proprietà.

Però prima di farlo è bene assicurarsi che si stia facendo la scelta giusta, valutando i requisiti che vengono proposti.

É bene prestare attenzione ad alcuni punti prima di confermare il noleggio, di seguito li elencheremo, prendete appunti!

 

 

* ASSICURAZIONE
Non accettare l’assicurazione di base o quella più conveniente.
Non pensate che non succeda mai niente perché poi se succede sono problemi.
Dovete essere certi che in caso di eventuali danni, che non siano colpa vostra, dobbiate pagare alte somme di denaro per riparare l’auto.


* CONTROLLARE L’AUTO
Prima di firmare il contratto chiedete di poter controllare l’auto, di valutare i danni già presenti alla carrozzeria, per evitare che veniate incolpati voi.
Fate un’attenta valutazione degli esterni e degli interni dell’auto e dite tutto all’agenzia.
Inoltre chiedete di poter fare una prova di guida in modo da capire se siete in grado di guidarla, ma soprattutto se ci sono eventuali problemi alla meccanica.

* COME RESTITUIRE L’AUTO
Importantissimo!
L’auto deve essere riconsegnata con puntualità, con il pieno di carburante e nelle stesse condizioni con cui è stata presa.
Assistete al controllo finale in modo che, se ci sono problemi, si possano risolvere subito.

* CHI PUÓ GUIDARLA?
É una domanda da porsi per organizzarsi al meglio.
I minori di 21 anni non possono noleggiare un’auto e in alcune circostanze si applica un sovrapprezzo ai minori di 25.
Le restrizioni riguardano anche i conducenti anziani, sopra i 65 si applica un sovrapprezzo e molte volte sopra i 70 non è possibile noleggiare.

Avete preso appunti?
É importante ricordarsi queste regole per essere sicuri, ma state tranquilli da Noleggio Vincente non sarete all’oscuro di nulla, per qualunque problema i nostri specialisti vi aiuteranno!

VOLKSWAGEN POLO: UN’AUTO CHE HA FATTO LA STORIA

29 Gennaio 2019 / 34 Comments / 268 / automobili
VOLKSWAGEN POLO: UN'AUTO CHE HA FATTO LA STORIA

La Volkswagen Polo è una delle auto più conosciute a livello europeo.
Dal 1975, anno della sua nascita, scandisce  con la sua evoluzione i cambiamenti del mercato automobilistico europeo, adattandosi ad ogni moda.
Oggi è arrivata alla VI generazione, ma ha molto da raccontare!

 

  • PRIMA GENERAZIONE

Nata come gemella dell’Audi 50, presentata l’anno precedente, ha avuto molto più successo rispetto a quest’ultima.
Lunga 351 centimetri, larga 156 e alta 134, con un peso che non superava i 700 kg, era molto diversa rispetto alle auto di oggi più leggera, più scarica.
Questa era la prima generazione che si ritrovò essere la migliore risposta alla crisi petrolifera di quegli anni,  con motorizzazioni quattro cilindri da 0,9 e 1,1 litri.
Inoltre nel 1980 uscì la Polo GT che ebbe un enorme successo tra i giovani.

 

  • SECONDA GENERAZIONE

Nel 1981 arriva la seconda generazione che esce di scena nel 1994, la più duratura per ora.
Aveva un design simile ad una station wagon ed era solidissima.
Diventa protagonista della caduta del muro di Berlino entrando subito nei desideri dei tedeschi dell’est.
Nel 1990 esce un aggiornamento che presenta la carrozzeria più curva pur mantenendo il disegno della precedente, presente sia in versione benzina da 1.0 o 1.3 litri che diesel da 1.3 o 1.4.

 

  • TERZA GENERAZIONE

La generazione uscita nel 1994 è molto diversa rispetto alla precedente.
Totalmente rinnovata era disponibile oltre che alle solite tre anche in versione da cinque porte ed era lunga 371 centimetri, venti in più rispetto ai primi modelli.
Venne soprannominata “Baby Golf” e ispirata a questo modello nasce la nuova Seat Ibiza.
Nel 1995 esce il modello più famoso la Polo Arlecchino che presentava le varie parti della carrozzeria di colori diversi, prodotta in soli 3.800 esemplari.
Disponibile con diversi motori, dal 1.000 a benzina da 50 CV all’ottimo 1.4 16V da 75 CV o 101 CV.
Quest’ultima è disponibile anche in versione GTI: con 125 CV è il più potente mai montato su una Polo fino ad allora, e consente di superare i 205 km/h di velocità massima.

 

  • QUARTA GENERAZIONE

La quarta generazione nasce nel 2002 ed è quella oggettivamente più brutta con un design poco elegante e reso pesante dalla scelta di adottare quattro fari anteriori.
Nel 2005, però, viene applicato un restyling che porta al ritorno dei due fari anteriori e all’introduzione di nuove motorizzazioni.
I motori turbodiesel 3 cilindri 1.4 da 70 CV o 80 CV ed il 4 cilindri 1.9 da 101 CV o 130 CV.

  • QUINTA GENERAZIONE

La Nuova Polo, uscita nel 2009, assume una linea più aggressiva e dai tratti più duri e marcati nella parte anteriore e un disegno più tondeggiante in quella posteriore.
Vince il confronto con la Volkswagen Golf e riceve il premio di auto dell’anno nel 2010.
Presenta motori a benzina da 1.2 da 60, 70 o 105 CV, oltre che la versione GTI da 1.8 con 192 CV.
Inoltre è stata prodotta la versione R WRC Street con un motore turbo benzina 2.0 da 220 CV con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,4 secondi, la più potente prodotta fino ad ora.
Prodotta in soli 2.500 esemplari, è ispirata alla Polo che gareggia nel Campionato Mondiale Rally e vincendone ben quattro.

  • SESTA GENERAZIONE

L’ultima generazione è uscita nel 2017 ed è lunga 405 centimetri ben 54 in più rispetto al primo modello.
É disponibile solamente in versione 5 porte, mentre al suo interno debutta l’Active Info Display, la strumentazione interamente digitale.
Il motore è il turbo benzina 2.0 TSI da 200 CV per la versione GTI, mentre da 3 o 4 cilindri da 1.0 TSI da 65 CV oppure il diesel 1.6 da 80 o 95 CV.

Interessante vero?
Quest’auto ha caratterizzato la vita di milioni di giovani negli anni.
Se la sua storia ti ha convinto a possederne una,  Scegliere il modello più adatto a te, direttamente sul nostro sito!

STAI CERCANDO IL TUO VEICOLO IDEALE?

Le nostre offerte
Get A Quote

Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/rbjyikru/public_html/wp-includes/functions.php on line 4212