blog@sinapps.it

Noleggio Vincente > Articles by: blog@sinapps.it

Quanto ne sai di Ferrari? Scopri se sei un vero esperto.

30 Gennaio 2019 / 0 Comments / 129 / news 2019, noleggio
Quanto ne sai di Ferrari? Scopri se sei un vero esperto

Simbolo del Made in Italy e amata in tutto il mondo, la Ferrari è venerata da tutti gli appassionati di auto sportive, da chi segue le corse in pista e dagli amanti del design automobilistico. Ma sei sicuro di conoscere proprio tutto di questa fantastica Ferrari?

 

IL NOME
La Ferrari all’inizio della sua fantastica carriera non si chiamava in questo modo. Tutto nacque da Enzo Ferrari che nel 1939 fondò l’azienda con il nome “Auto avio costruzioni”. Questa azienda in un primo momento produceva parti di velivoli e solo successivamente poi passò alle automobili. Al nome “Auto avio costruzioni”, nel 1947, si aggiunse il cognome del fondatore, per poi infine prendere solo quest’ultimo: Ferrari.

IL CAVALLINO
Il cavallino rampante del famoso stemma, deriva da quello usato nella prima guerra mondiale dall’aviatore Italiano Francesco Baracca. Esso fu ceduto direttamente dalla famiglia Bracca ad Enzo come portafortuna, che lo custodì fina ai giorni nostri.
Il cavallino nero imbizzarrito fu accompagnato inoltre da uno scudo giallo canarino, esso non è un colore a caso ma è esattamente il colore della città di Modena, la città di nascita di Enzo Ferrari che nacque nel 1908. Nella parte superiore infine lo scudo fu bordato con un contorno con i colori della bandiera italiana

IL PROGETTO
Alla fine della seconda guerra mondiale ebbe inizio il progetto per la realizzazione della prima autovettura del marchio Ferrari, la 125 S.
Con motore da 12 cilindri e 1500 cm³, questa fantastica auto debuttò sul Circuito di Piacenza l’11 Maggio del 1947.
Inoltre il 25 dello stesso mese vinse la sua prima guerra al Gran Premio di Roma sul circuito intorno alle Terme di Caracalla.

Noleggio: a cosa prestare attenzione prima di firmare il contratto

29 Gennaio 2019 / 0 Comments / 162 / noleggio

Ormai sempre più persone scelgono di noleggiare un’auto piuttosto che averne una di proprietà.

Però prima di farlo è bene assicurarsi che si stia facendo la scelta giusta, valutando i requisiti che vengono proposti.

É bene prestare attenzione ad alcuni punti prima di confermare il noleggio, di seguito li elencheremo, prendete appunti!

 

 

* ASSICURAZIONE
Non accettare l’assicurazione di base o quella più conveniente.
Non pensate che non succeda mai niente perché poi se succede sono problemi.
Dovete essere certi che in caso di eventuali danni, che non siano colpa vostra, dobbiate pagare alte somme di denaro per riparare l’auto.


* CONTROLLARE L’AUTO
Prima di firmare il contratto chiedete di poter controllare l’auto, di valutare i danni già presenti alla carrozzeria, per evitare che veniate incolpati voi.
Fate un’attenta valutazione degli esterni e degli interni dell’auto e dite tutto all’agenzia.
Inoltre chiedete di poter fare una prova di guida in modo da capire se siete in grado di guidarla, ma soprattutto se ci sono eventuali problemi alla meccanica.

* COME RESTITUIRE L’AUTO
Importantissimo!
L’auto deve essere riconsegnata con puntualità, con il pieno di carburante e nelle stesse condizioni con cui è stata presa.
Assistete al controllo finale in modo che, se ci sono problemi, si possano risolvere subito.

* CHI PUÓ GUIDARLA?
É una domanda da porsi per organizzarsi al meglio.
I minori di 21 anni non possono noleggiare un’auto e in alcune circostanze si applica un sovrapprezzo ai minori di 25.
Le restrizioni riguardano anche i conducenti anziani, sopra i 65 si applica un sovrapprezzo e molte volte sopra i 70 non è possibile noleggiare.

Avete preso appunti?
É importante ricordarsi queste regole per essere sicuri, ma state tranquilli da Noleggio Vincente non sarete all’oscuro di nulla, per qualunque problema i nostri specialisti vi aiuteranno!

VOLKSWAGEN POLO: UN’AUTO CHE HA FATTO LA STORIA

29 Gennaio 2019 / 34 Comments / 246 / automobili
VOLKSWAGEN POLO: UN'AUTO CHE HA FATTO LA STORIA

La Volkswagen Polo è una delle auto più conosciute a livello europeo.
Dal 1975, anno della sua nascita, scandisce  con la sua evoluzione i cambiamenti del mercato automobilistico europeo, adattandosi ad ogni moda.
Oggi è arrivata alla VI generazione, ma ha molto da raccontare!

 

  • PRIMA GENERAZIONE

Nata come gemella dell’Audi 50, presentata l’anno precedente, ha avuto molto più successo rispetto a quest’ultima.
Lunga 351 centimetri, larga 156 e alta 134, con un peso che non superava i 700 kg, era molto diversa rispetto alle auto di oggi più leggera, più scarica.
Questa era la prima generazione che si ritrovò essere la migliore risposta alla crisi petrolifera di quegli anni,  con motorizzazioni quattro cilindri da 0,9 e 1,1 litri.
Inoltre nel 1980 uscì la Polo GT che ebbe un enorme successo tra i giovani.

 

  • SECONDA GENERAZIONE

Nel 1981 arriva la seconda generazione che esce di scena nel 1994, la più duratura per ora.
Aveva un design simile ad una station wagon ed era solidissima.
Diventa protagonista della caduta del muro di Berlino entrando subito nei desideri dei tedeschi dell’est.
Nel 1990 esce un aggiornamento che presenta la carrozzeria più curva pur mantenendo il disegno della precedente, presente sia in versione benzina da 1.0 o 1.3 litri che diesel da 1.3 o 1.4.

 

  • TERZA GENERAZIONE

La generazione uscita nel 1994 è molto diversa rispetto alla precedente.
Totalmente rinnovata era disponibile oltre che alle solite tre anche in versione da cinque porte ed era lunga 371 centimetri, venti in più rispetto ai primi modelli.
Venne soprannominata “Baby Golf” e ispirata a questo modello nasce la nuova Seat Ibiza.
Nel 1995 esce il modello più famoso la Polo Arlecchino che presentava le varie parti della carrozzeria di colori diversi, prodotta in soli 3.800 esemplari.
Disponibile con diversi motori, dal 1.000 a benzina da 50 CV all’ottimo 1.4 16V da 75 CV o 101 CV.
Quest’ultima è disponibile anche in versione GTI: con 125 CV è il più potente mai montato su una Polo fino ad allora, e consente di superare i 205 km/h di velocità massima.

 

  • QUARTA GENERAZIONE

La quarta generazione nasce nel 2002 ed è quella oggettivamente più brutta con un design poco elegante e reso pesante dalla scelta di adottare quattro fari anteriori.
Nel 2005, però, viene applicato un restyling che porta al ritorno dei due fari anteriori e all’introduzione di nuove motorizzazioni.
I motori turbodiesel 3 cilindri 1.4 da 70 CV o 80 CV ed il 4 cilindri 1.9 da 101 CV o 130 CV.

  • QUINTA GENERAZIONE

La Nuova Polo, uscita nel 2009, assume una linea più aggressiva e dai tratti più duri e marcati nella parte anteriore e un disegno più tondeggiante in quella posteriore.
Vince il confronto con la Volkswagen Golf e riceve il premio di auto dell’anno nel 2010.
Presenta motori a benzina da 1.2 da 60, 70 o 105 CV, oltre che la versione GTI da 1.8 con 192 CV.
Inoltre è stata prodotta la versione R WRC Street con un motore turbo benzina 2.0 da 220 CV con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,4 secondi, la più potente prodotta fino ad ora.
Prodotta in soli 2.500 esemplari, è ispirata alla Polo che gareggia nel Campionato Mondiale Rally e vincendone ben quattro.

  • SESTA GENERAZIONE

L’ultima generazione è uscita nel 2017 ed è lunga 405 centimetri ben 54 in più rispetto al primo modello.
É disponibile solamente in versione 5 porte, mentre al suo interno debutta l’Active Info Display, la strumentazione interamente digitale.
Il motore è il turbo benzina 2.0 TSI da 200 CV per la versione GTI, mentre da 3 o 4 cilindri da 1.0 TSI da 65 CV oppure il diesel 1.6 da 80 o 95 CV.

Interessante vero?
Quest’auto ha caratterizzato la vita di milioni di giovani negli anni.
Se la sua storia ti ha convinto a possederne una,  Scegliere il modello più adatto a te, direttamente sul nostro sito!

Noleggio a lungo termine: come scelgo il veicolo giusto?

19 Novembre 2018 / 0 Comments / 148 / Uncategorized

Il noleggio a lungo termine sta avendo sempre più successo tra gli italiani. Nei primi sei mesi del 2018, 20.717 utenti hanno scelto questa formula vincente. Una formula che conviene certo ma una volta appurato, come si fa a scegliere il veicolo adatto da noleggiare?

QUALE MODELLO SCELGO?

Sicuramente la prima domanda da porsi non è solo cosa mi piace ma cosa mi serve.

Il veicolo deve essere equilibrato rispetto alle esigenze. Se si ha una famiglia numerosa è importante optare per un veicolo comodo e pratico per tutti i componenti, per esempio un minivan oppure una station wagon. Se si è solo in due si può scegliere un’utilitaria o una sportiva coupé. Per le aziende può essere importante saper valutare bene l’offerta dei veicoli commerciali.

  • Fiat Panda
  • Ford Fiesta
  • Citroën Jumper
  • Volkswagen Golf
  • Nissan Qashqai
  • Mercedes-Benz Class A

Infine due importanti questioni da tener sempre presente in caso di noleggio a lungo termine:

ASSICURAZIONE e BOLLO

É importante saper leggere il contratto di noleggio a lungo termine! Assicuratevi sempre che nelle spese del canone sia compresa la copertura assicurativa. Dai piccoli tamponamenti ai grandi incidenti!

PNEUMATICI

Che pneumatici sono montati sull’auto che ho scelto?  E’ bene assicurarsi che il cambio sia incluso nel noleggio. Inoltre devono rispettare le norme quindi pneumatici invernali dal 15 novembre al 15 aprile.

Seguendo questi consigli potrete scegliere nel modo corretto il vostro veicolo.

Se siete indecisi, Noleggio Vincente e i suoi professionisti sapranno consigliarvi il modello più adatto alle vostre esigenze.

Tasse: in Italia quelle sulle auto sono le più alte in assoluto

19 Novembre 2018 / 0 Comments / 159 / Uncategorized
Tasse: in Italia quelle sulle auto sono le più alte in assoluto

Tasse di registrazione,Iva, bollo, pedaggi e accise portano l’Italia ad occupare il podio nella classifica dei Paesi UE che pagano più tasse per l’automobile.  

L’Anfia o associazione nazionale filiera automobilistica, ha diffuso in un rapporto, il carico fiscale sulla motorizzazione in Italia. I dati sulle entrate fiscali in Italia provenienti dall’automobile sono impressionanti: oltre 70 miliardi. Praticamente è come se l’auto finanziasse da sola quasi due anni di aumento del deficit pubblico italiano.

Nel 2017 le entrate “automotive” sono nuovamente cresciute del  2% in più rispetto al 2016, mentre l’incremento totale delle entrate tributarie nazionali è stato dell’1,9%. Si ritiene, invece che la quota sul gettito complessivo, misurata al 16%, sia stabile. La pubblica amministrazione lo scorso anno ha incassato dall’automobile la bellezza di 74,4 miliardi di euro che è una somma pari al 4,3% del PIL.

La percentuale di tasse sul PIL o prodotto interno lordo, ci posiziona in fondo alla classifica europea.

La media dei paesi UE è del 3%. Imposte e tasse sono suddivise secondo diverse tipologie. In Italia il gettito derivante dall’acquisto dell’auto come IVA, IPT e diritti della Motorizzazione è cresciuto del 6,2%, assomma a circa 9,4 miliardi di euro; quello derivante dal possesso è aumentato del 4%, 6,8 miliardi in totale.

Il bollo automobilistico

La storia del bollo è una breve storia triste. L’esenzione dal pagamento del bollo è stata abolita con la legge di Stabilità a fine 2014. Da almeno 20 anni le auto di particolare interesse storico, avevano ricevuto, grazie ai capoversi 2 e 3 della legge 342 del 2000, il beneficio di agevolazioni fiscali, già precedentemente in vigore , per automobili e moto con almeno 30 anni di età. Questa è stata un vero e proprio colpo basso che ha coinvolto tutte le automobili immatricolate tra il 1984 e il 1994 per le quali è stato richiesto di pagare nuovamente il bollo.

Detto questo chi ce lo fa fare di acquistare un’auto? Non è meglio noleggiarla togliendosi ulteriori pesi?

Viaggiare sicuri? basta rispettare queste 5 semplici regole

19 Novembre 2018 / 0 Comments / 114 / News 2018, noleggio
Viaggiare sicuri? basta rispettare queste 5 semplici regole

Per viaggiare sicuri non facciamo mai abbastanza. Secondo i dati di ​mUp Research​​ , sono ancora molte le persone che non rispettano tutte le norme di sicurezza esistenti. Oggi vogliamo parlarvi di ulteriori norme, quelle non-scritte ma comunque importanti e raramente rispettate. Di seguito ne elenchiamo cinque:

1- MANGIARE PRIMA DI PARTIRE.

Prima di viaggiare, soprattutto se è un viaggio lungo, è importante mangiare in modo adeguato per evitare malesseri durante la guida. E’ bene nutrirsi di carboidrati piuttosto che di proteine accompagnandoli con frutta e ortaggi. Ricordarsi inoltre di bere molta acqua ma non caffè per evitare di agitarsi.

2- POSTI IN AUTO

Quante volte in famiglia si litiga per chi deve stare davanti?
Assegnare il posto di fianco al guidatore ad una persona invalida, ad una donna incinta oppure ad un anziano sarà la scelta più corretta per viaggiare sicuri, specialmente in un’auto a tre porte.

3- NON TROPPO VELOCE MA NEANCHE TROPPO PIANO

Secondo la ricerca di mUp Research il 29% degli intervistati non rispetta i limiti di velocità. Qualche persona li rispetta talmente tanto che si ritrova ad andare troppo piano.
Può sembrare un bene ma in realtà non lo è, soprattutto in autostrada o in tangenziale.
I veicoli che seguono saranno, quindi, costretti ad una brusca frenata che potrebbe provocare un tamponamento.

4- ATTENZIONE AL VOLUME

Tutti noi amiamo ascoltare musica mentre guidiamo e solitamente incarichiamo il passeggero di fianco a noi di fare da DJ.
Ascoltare musica è un bene per rilassarci prima o dopo una giornata di lavoro, oppure per rendere il viaggio più piacevole ma è importante mantenere l’autoradio ad un volume adeguato.

5- DOCUMENTI IN REGOLA

Sembra banale ma in realtà non lo è.
Capita che durante un viaggio si venga fermati dalla polizia stradale per un piccolo controllo.
Per evitare multe è importante, prima di partire, controllare che il libretto di circolazione, la patente, il bollo e l’assicurazione siano perfettamente in regola. Inoltre è bene controllare che tutte le luci e i fanali funzionino correttamente.

Quando noleggerai una delle nostre auto, assicurati di seguire bene queste regole per sentirti sicuro durante la guida e con il fatto che non dovrai pagare il bollo e le spese di manutenzione, sarà sicuramente più facile tenerle a mente!

Fiat Panda: scommettiamo che questi aneddoti non li conoscevi?

19 Novembre 2018 / 0 Comments / 162 / automobili, News 2018, noleggio

La Panda, nata nel 1980, è sicuramente l’auto più amata dagli italiani, non per niente uno slogan di una vecchia pubblicità recitava ​“se non ci fosse, bisognerebbe inventarla”.
La Panda ha fatto la storia del nostro paese per quasi 40 anni e legati a quest’auto ci sono dei divertenti aneddoti. Di seguito ve ne proponiamo cinque.

1- LA PIÚ VENDUTA IN ITALIA

Vi siete mai chiesti quale fosse l’auto più venduta nel nostro paese?
Magari qualche Suv oppure la Fiat 500, invece no è proprio la Panda. Nei primi sei mesi del 2018 ha raggiunto i 67.433 esemplari venduti. Anche alla fine del mese di ottobre si conferma in testa doppiando la seconda.
Insomma gli italiani preferiscono un’auto familiare ma anche compatta, made in Italy ed economica.

2- MODELLI IMPREVEDIBILI

La Panda, oltre ai modelli che tutti conosciamo, è stata prodotta in diversi esemplari, ad edizione limitata, modelli molto molto molto curiosi.

-Pa(nd)pa Mobile
Uno dei più curiosi è sicuramente la Panda sotto forma di Papamobile.
Nel 1982 il papa Giovanni Paolo II fece una visita in Spagna durante la quale incontrò i fedeli negli stadi Santiago Bernabeu di Madrid e Camp Nou di Barcellona. Inizialmente avrebbe dovuto utilizzare la Mercedes 230G ma risultò troppo grande e così venne utilizzata… una Panda.

-Forza azzurri
Venne realizzato anche un modello speciale per i mondiali di calcio del 1990 in Italia. L’auto era decorata con il tricolore sulla fiancata e con la mascotte, Ciao, un simpatico omino.
Inoltre aveva gli interni azzurri e i cerchi a forma di pallone da calcio.
Una vera auto per appassionati.

3- IL FURTO DELLA PANDA

Nel febbraio 1980 la rivista “Quattroruote” pubblicò in anteprima mondiale il test della Panda. Ma come fece?
Quando i collaudatori della Panda si fermarono a pranzare in un ristorante lasciarono, inconsciamente, le chiavi sul cruscotto dell’auto e così i redattori del giornale “presero in prestito” il veicolo e fecero un giro per poi restituirlo prima che gli ignari proprietari se ne accorgessero.

4- PANDA O GINGO?

Nel marzo 2003 la Fiat propose una nuova auto, l’erede della Panda, che avrebbe dovuto chiamarsi “Gingo”.
Purtroppo, però, il nome risultava troppo simile alla Renault Twingo, diretta concorrente.
I vertici della Renault non vollero avere scusanti e così la Fiat fu costretta a modificare il nome a poco più di un mese dal lancio. Il nome era ormai stampato su tutte le targhette in metallo, i libretti di uso e manutenzione, i documenti interni e molto altro e furono costretti a modificare tutto.
Dato che la produzione veniva fatta in Polonia alcuni modelli sfuggirono e vennero esportati in tutta Europa diventando un modello da collezione.

5- A PECHINO COL PANDINO

Un gruppo di tre ragazzi hanno deciso di portare la loro Panda in giro per il mondo andando dall’Italia fino in Cina.
Sono partiti dal locale Taverna Azzurra di Palermo a luglio per arrivare un mese più tardi a Pechino.
Hanno percorso 15 mila chilometri e visitato undici nazioni.
La loro Panda bianca e blu ha portato i colori e i sapori dell’Italia in tutte le nazioni visitate. I ragazzi non hanno prenotato alberghi ma hanno dormito in tenda o in ostello al fianco del loro pandino!

Se leggendo queste curiosità ti sei appassionato alla Fiat Panda ma non per il momento non vuoi comprarla, puoi sempre noleggiarla da Noleggio Vincente scegliendo la soluzione e il modello adatto a te. Visita il nostro sito!

Robyn Denholm è il nuovo Amministratore Delegato di Tesla

12 Novembre 2018 / 0 Comments / 132 / News 2018
Robyn Denholm è il nuovo Amministratore Delegato di Tesla

Denholm Robyn, australiana tra le altre ex membro del dipartimento finanziario di Toyota,  sostituisce Elon Musk alla guida della Tesla.

La nomina della Denholm è a effetto immediato quindi lascerà il suo attuale incarico di chief financial officer e responsabile della strategia di Telstra, il colosso australiano delle telecomunicazioni, per guidare il consiglio di amministrazione Tesla, dopo le dimissioni di Musk dopo l’accordo di patteggiamento con la SEC, l’autorità della Borsa americana.

Robyn Denholm è la prima donna a ricevere un incarico di presidenza nell’ambito dell’industria automobilistica.

 

 

 

 

Noleggio veicoli commerciali: il trend del mercato

8 Novembre 2018 / 0 Comments / 176 / automobili, News 2018
Noleggio veicoli commerciali: il trend del mercato

Il noleggio a lungo termine per le auto, come abbiamo già avuto occasione di scrivere in un precedente articolo, nell’ultimo anno è “esploso” in tutto il mondo, soprattutto in Italia. Sempre più persone infatti  scelgono di usufruire di questa formula e dei suoi vantaggi per le auto aziendali. Ma i veicoli commerciali? Questa formula funziona anche per i mezzi da lavoro?

Un po’ di dati…

A giugno del 2018 le immatricolazioni di veicoli commerciali sono aumentate del +7,3% con 247mila unità registrate in totale. Durante la prima metà del 2018 vi è stato un incremento della richiesta del +4,7%, tra cui un 2,1% in Italia, contando quasi 1,3 milioni di nuovi veicoli commerciali.

Noleggio veicoli commerciali: il trend del mercato

Vi starete chiedendo il perché di questo aumento esorbitante

A trainare il mercato dei veicoli commerciale è stato il noleggio a lungo termine. Le aziende noleggiando sono libere di scegliere marca, modello, cilindrata e naturalmente anche allestimento, optional e colore. Persino il carburante e se lo desiderano anche l’attivazione del Fuel Card.

 

Un pò di statistiche:

Nel mese di giungo la richieste da parte di aziende di veicoli leggeri con massa complessiva fino a 3,7 tonnellate è salita dell’8,3% con 209.364 nuovi furgoni registrati.

Le immatricolazioni di veicoli con massa complessiva superiore alle 3,5 tonnellate sono aumentate del +2,3%, con un totale di 34.196 unità vendute, inoltre in Italia l’aumento è stato del +13,4%.

Per i veicoli con massa complessiva superiore alle 16 tonnellate vi è stata un crescita del +2,3%, con 27.580 nuovi veicoli registrati in Europa e del +11,4% in Italia. Nei primi sei mesi dell’anno, la domanda di autocarri pesanti è stata esorbitante.

 

Se sei un’azienda e vuoi risparmiare su veicoli commerciali, visita il nostro store e adotta il metodo noleggio a lungo termine!

Le 5 auto più famose del cinema

8 Novembre 2018 / 0 Comments / 379 / automobili

Chi non conosce la macchina di 007? e che modello era l’auto di Ghostbusters?  Ci sono molte auto degne di merito al mondo ma solo alcune di queste sono state consacrate dal cinema diventando immortali. Oggi parleremo di cinque di queste, le più iconiche, che hanno acceso in noi la voglia di possederle.

Chevrolet Camaro

Questa fantastica auto appare sotto forma di Bumblebee nel film Transformers, un veicolo con molta personalità, in tutti i sensi! Interni sportivi, potenza e bellezza sono gli elementi che distinguono questa auto dalle altre e grazie al ruolo nella pellicola hollywoodiana si è guadagnata un’ulteriore orda di fan anche fuori dal settore delle supercar.

Volkswagen Beetle

Le 5 auto più famose del cinemaIl “Maggiolino Tutto Matto” si aggiudica un meritato posto in questa classifica. Si tratta di un classico maggiolino della Volkswagen dotato di un’anima propria. Il maggiolino è l’auto tedesca più conosciuta al mondo, simbolo della rinascita industriale nel secondo dopoguerra e primo modello della casa produttrice in assoluto.

 

 

Cadillac Miller Meteor 1959

Il suono delle sirene di questa grandiosa auto, pilotata dai mitici Ghostbusters è indimenticabile ma non è solo il clacson a renderla unica. Questa mitica auto venne prodotta solo per poco tempo, perché in principio destinata a diventare o un carro funebre o un’ambulanza, data la sua lunghezza di più di sei metri e mezzo. Più unica di così!

 

 

Aston Martin

Le 5 auto più famose del cinemaQuest’auto sarà per sempre collegata all’agente segreto più famoso del mondo: James Bond. La mitica autovettura fa la sua prima apparizione nel film Goldfinger 1964, con il modello DB 5 Coupè, dotata di numerosissimi gadget da agente 007. Attenzione, purtroppo non viene venduta con le “modifiche” del film…purtroppo.

 

 

DeLorean

Le 5 auto più famose del cinemaLa vettura divenne super famosa in tutto il mondo per la sua apparizione nella trilogia di “Ritorno al Futuro”. La DeLorean DMC 12 fu l’unico modello di auto progettato e realizzato dalla DeLorean Motor Company dal 1981 al 1983, si tratta di una vettura molto particolare con portiere ad ali di gabbiano e carrozzeria di acciaio inossidabile non verniciato.

Grazie al film campione d’incassi, la DeLorean conquistò definitivamente il mondo del cinema e degli appassionati.

STAI CERCANDO IL TUO VEICOLO IDEALE?

Le nostre offerte
Get A Quote

Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/rbjyikru/public_html/wp-includes/functions.php on line 4212