fbpx

noleggio

Noleggio Vincente > noleggio

Viaggiare sicuri? basta rispettare queste 5 semplici regole

19 novembre 2018 / 0 Comments / 9 / News 2018, noleggio
Viaggiare sicuri? basta rispettare queste 5 semplici regole

Per viaggiare sicuri non facciamo mai abbastanza. Secondo i dati di ​mUp Research​​ , sono ancora molte le persone che non rispettano tutte le norme di sicurezza esistenti. Oggi vogliamo parlarvi di ulteriori norme, quelle non-scritte ma comunque importanti e raramente rispettate. Di seguito ne elenchiamo cinque:

1- MANGIARE PRIMA DI PARTIRE.

Prima di viaggiare, soprattutto se è un viaggio lungo, è importante mangiare in modo adeguato per evitare malesseri durante la guida. E’ bene nutrirsi di carboidrati piuttosto che di proteine accompagnandoli con frutta e ortaggi. Ricordarsi inoltre di bere molta acqua ma non caffè per evitare di agitarsi.

2- POSTI IN AUTO

Quante volte in famiglia si litiga per chi deve stare davanti?
Assegnare il posto di fianco al guidatore ad una persona invalida, ad una donna incinta oppure ad un anziano sarà la scelta più corretta per viaggiare sicuri, specialmente in un’auto a tre porte.

3- NON TROPPO VELOCE MA NEANCHE TROPPO PIANO

Secondo la ricerca di mUp Research il 29% degli intervistati non rispetta i limiti di velocità. Qualche persona li rispetta talmente tanto che si ritrova ad andare troppo piano.
Può sembrare un bene ma in realtà non lo è, soprattutto in autostrada o in tangenziale.
I veicoli che seguono saranno, quindi, costretti ad una brusca frenata che potrebbe provocare un tamponamento.

4- ATTENZIONE AL VOLUME

Tutti noi amiamo ascoltare musica mentre guidiamo e solitamente incarichiamo il passeggero di fianco a noi di fare da DJ.
Ascoltare musica è un bene per rilassarci prima o dopo una giornata di lavoro, oppure per rendere il viaggio più piacevole ma è importante mantenere l’autoradio ad un volume adeguato.

5- DOCUMENTI IN REGOLA

Sembra banale ma in realtà non lo è.
Capita che durante un viaggio si venga fermati dalla polizia stradale per un piccolo controllo.
Per evitare multe è importante, prima di partire, controllare che il libretto di circolazione, la patente, il bollo e l’assicurazione siano perfettamente in regola. Inoltre è bene controllare che tutte le luci e i fanali funzionino correttamente.

Quando noleggerai una delle nostre auto, assicurati di seguire bene queste regole per sentirti sicuro durante la guida e con il fatto che non dovrai pagare il bollo e le spese di manutenzione, sarà sicuramente più facile tenerle a mente!

Fiat Panda: scommettiamo che questi aneddoti non li conoscevi?

19 novembre 2018 / 0 Comments / 12 / automobili, News 2018, noleggio

La Panda, nata nel 1980, è sicuramente l’auto più amata dagli italiani, non per niente uno slogan di una vecchia pubblicità recitava ​“se non ci fosse, bisognerebbe inventarla”.
La Panda ha fatto la storia del nostro paese per quasi 40 anni e legati a quest’auto ci sono dei divertenti aneddoti. Di seguito ve ne proponiamo cinque.

1- LA PIÚ VENDUTA IN ITALIA

Vi siete mai chiesti quale fosse l’auto più venduta nel nostro paese?
Magari qualche Suv oppure la Fiat 500, invece no è proprio la Panda. Nei primi sei mesi del 2018 ha raggiunto i 67.433 esemplari venduti. Anche alla fine del mese di ottobre si conferma in testa doppiando la seconda.
Insomma gli italiani preferiscono un’auto familiare ma anche compatta, made in Italy ed economica.

2- MODELLI IMPREVEDIBILI

La Panda, oltre ai modelli che tutti conosciamo, è stata prodotta in diversi esemplari, ad edizione limitata, modelli molto molto molto curiosi.

-Pa(nd)pa Mobile
Uno dei più curiosi è sicuramente la Panda sotto forma di Papamobile.
Nel 1982 il papa Giovanni Paolo II fece una visita in Spagna durante la quale incontrò i fedeli negli stadi Santiago Bernabeu di Madrid e Camp Nou di Barcellona. Inizialmente avrebbe dovuto utilizzare la Mercedes 230G ma risultò troppo grande e così venne utilizzata… una Panda.

-Forza azzurri
Venne realizzato anche un modello speciale per i mondiali di calcio del 1990 in Italia. L’auto era decorata con il tricolore sulla fiancata e con la mascotte, Ciao, un simpatico omino.
Inoltre aveva gli interni azzurri e i cerchi a forma di pallone da calcio.
Una vera auto per appassionati.

3- IL FURTO DELLA PANDA

Nel febbraio 1980 la rivista “Quattroruote” pubblicò in anteprima mondiale il test della Panda. Ma come fece?
Quando i collaudatori della Panda si fermarono a pranzare in un ristorante lasciarono, inconsciamente, le chiavi sul cruscotto dell’auto e così i redattori del giornale “presero in prestito” il veicolo e fecero un giro per poi restituirlo prima che gli ignari proprietari se ne accorgessero.

4- PANDA O GINGO?

Nel marzo 2003 la Fiat propose una nuova auto, l’erede della Panda, che avrebbe dovuto chiamarsi “Gingo”.
Purtroppo, però, il nome risultava troppo simile alla Renault Twingo, diretta concorrente.
I vertici della Renault non vollero avere scusanti e così la Fiat fu costretta a modificare il nome a poco più di un mese dal lancio. Il nome era ormai stampato su tutte le targhette in metallo, i libretti di uso e manutenzione, i documenti interni e molto altro e furono costretti a modificare tutto.
Dato che la produzione veniva fatta in Polonia alcuni modelli sfuggirono e vennero esportati in tutta Europa diventando un modello da collezione.

5- A PECHINO COL PANDINO

Un gruppo di tre ragazzi hanno deciso di portare la loro Panda in giro per il mondo andando dall’Italia fino in Cina.
Sono partiti dal locale Taverna Azzurra di Palermo a luglio per arrivare un mese più tardi a Pechino.
Hanno percorso 15 mila chilometri e visitato undici nazioni.
La loro Panda bianca e blu ha portato i colori e i sapori dell’Italia in tutte le nazioni visitate. I ragazzi non hanno prenotato alberghi ma hanno dormito in tenda o in ostello al fianco del loro pandino!

Se leggendo queste curiosità ti sei appassionato alla Fiat Panda ma non per il momento non vuoi comprarla, puoi sempre noleggiarla da Noleggio Vincente scegliendo la soluzione e il modello adatto a te. Visita il nostro sito!

SMART: IL PRODOTTO DI UN’IDEA CONSIDERATA IMPOSSIBILE

27 settembre 2018 / 0 Comments / 65 / automobili, Blog, News 2018, noleggio

Il febbraio scorso la Smart ha spento le sue prime 20 candeline.

Vent’anni di innovazione ma anche 20 anni senza cambiare il proprio cuore in cui risiede intatta l’idea del suo folle inventore: Mr. Nicolas Hayek.

La storia della Smart inizia nel 1996 quando Hayek, miliardario fondatore della fantasiosa Swatch si reca da sua Maestà Mercedes con un’idea che anticipava di gran lunga i tempi: creare un’automobile per uso cittadino, di dimensioni estremamente contenute, dotata di una cellula di protezione in metallo ad altissima resistenza e..totalmente elettrica.

La Mercedes approva il progetto ad esclusione dell’ultima caratteristica. Troppo presto, poco mercato. I rapporti tra la Swatch e la Mercedes, incaricata di realizzare l’auto, cessano ben presto: quest’ultima rileva le quote della società svizzera e decide di andare avanti in proprio. Il successo tarda ad arrivare perchè la prima Smart, datata 1998, nonostante la dotazione completa, ha un prezzo troppo salato. La casa madre si lecca le ferite e inizia a pensare a variazioni sul tema: al 3 cilindri a benzina viene affiancato un piccolo turbodiesel, viene presentata la versione cabriolet, cui seguono la Roadster, versione sportiveggiante della citycar, e una quattro porte (Forfour) che nasce sulla base meccanica della Mitsubishi Colt.

Col passare degli anni la Smart ha conquistato la sua fetta di mercato grazie alla sua unicità e ora, vent’anni dopo la sua nascita, è riuscita finalmente a realizzare per intero il sogno di Mr. Nicolas Hayek.

Hai mai guidato una Smart ?

Come si diventa un’icona? E, ancor più importante: qual è il modo migliore per attraversare la città? Con smart fortwo la risposta alle due domande è la stessa: riducendo ciò che si conosce all’essenziale. Una lunghezza di 2,69 m che non teme confronti e un diametro di volta (probabilmente da record) pari a 6,95 m, Smart fortwo è la prima city car autentica, oltre che la più coerente!

Vuoi saperne di più? scopri come avere la tua Smart!

SUPERAUTO: LA STORIA DI MERCEDES INSEGNA

27 settembre 2018 / 0 Comments / 109 / automobili, Blog, News 2018, noleggio

Mercedes-Benz è una marca di automobili conosciuta in tutto il mondo ma vi siete mai chiesti come ha fatto a raggiungere questi risultati?Scopriamo insieme la storia del famosissimo Brand che in tutti questi anni è riuscita a trasmettere un’impeccabile eleganza ma anche un’innata sportività.

 

Mercedes: la Storia

La storia della Casa tedesca inizia ufficialmente nel 1926.  Anche se, a voler essere più precisi, quest’ultima ha radici ancora più profonde risalenti al 1886, quando Karl Benz inventò la prima automobile dotata di motore a scoppio. Il marchio Mercedes nasce nel 1926, in seguito alla fusione tra le due Case tedesche Benz e Daimler. Nel 1931 viene presentata la 170 W15: la prima auto di serie con sospensioni a quattro ruote indipendenti.

Mercedes ha collezionato numerosi successi e uno dei più importanti riguarda la sicurezza. Alla fine degli anni Cinquanta la Mercedes infatti, inventa la scocca a deformazione programmata, elemento chiave per la sicurezza di tutte le automobili moderne.

 

Anni Sessanta e Settanta

Gli anni Sessanta sono caratterizzati da due modelli epocali, entrambi svelati nel 1963: la Berlinona 600 e la seconda generazione della Spider SL.  La 300SD del 1977 è la prima automobile di serie dotata di un propulsore turbodiesel mentre nel 1979 nasce una vettura destinata a diventare un’icona nel mondo delle 4×4: la Classe G.

 

Terzo Millennio

Gli anni Duemila si aprono male per Mercedes per via degli scarsi risultati di vendite della Chrysler, ceduta nel 2007. Per risollevare la situazione nel 2010 arriva una nuova alleanza con il gruppo Renault-Nissan. La modernità è rappresentata dalla Mercedes Classe A, un vero successo. Un modello in grado di evolvere al passo della tecnologia più moderna.  Mercedes ormai ha conquistato tutte le vette in campo automobilistico ed è grazie alla sua storia, fatta di alti e bassi, che nel dna di questa automobile scorre l’irrefrenabile voglia di stupire sempre e comunque.

 

Hai mai guidato una Mercedes Classe A?

Dalla sua nascita, in tutto il mondo ne sono state vendute più di un milione di esemplari. La Mercedes-Benz Classe A è giovane, sportiva e un autentico piacere per gli occhi. Oggi può essere tua grazie a una formula scelta da 30.000 gli automobilisti che hanno abbandonato la vettura di proprietà per affidarsi alla formula del noleggio “tutto incluso” a fronte di un costo fisso.

Vuoi saperne di più? scopri come avere la tua Mercedes Classe A

GoodNews: Le auto a Noleggio raggiungono un nuovo record!

11 settembre 2018 / 0 Comments / 123 / automobili, Blog, noleggio

Sono ancora caldi i risultati del mercato delle automobili del mese scorso.

Positivi al punto da  realizzare un record per il noleggio, grazie a formule sempre più vantaggiose per i clienti. La crescita registrata è stata  del +31,4% per il noleggio a lungo termine e del +25,1% quello a breve termine.

I marchi preferiti dagli Italiani

Secondo uno studio la Renault Clio è diventata l’auto preferita dagli italiani, sorpassando la Fiat Panda, tra le auto più diffuse tra quelle concesse ai dipendenti come veicolo aziendale.  La Fiat rimane tuttavia il marchio più venduto e noleggiato in Italia, anche se fa registrare una continua discesa  e una quota di mercato passata ora al 17,82% a differenza di Renault che continua a farsi strada  +73,4% rispetto all’ottavo mese del 2017.

Perché agli Italiani piace il Noleggio a Lungo Termine?

Il Noleggio a Lungo Termine ( NLT) è una soluzione di mobilità dedicata a chi necessita di un veicolo senza l’obbligo di doverlo riscattare, una formula innovativa e sempre più utilizzata dalle aziende per utilizzare un veicolo, auto o furgone.

Per farla semplice, grazie a questa formula, si ha a disposizione un’autovettura o un veicolo commerciale per una durata variabile dai 12 ai 60 mesi, a fronte del pagamento di un canone mensile che risulta sostanzialmente inferiore ad altre soluzioni come ad esempio quella del noleggio a breve termine.

Conviene ai professionisti privati o aziendali che si sa, dovendo percorrere molti chilometri tutti i giorni hanno bisogno di mezzi sempre efficienti, ben tenuti e sicuri. Conviene a che vuole risparmiare liberandosi di tutti i fastidi derivanti dalla proprietà, a partire dalle spese di manutenzione e assicurazione auto.

Alle Startup o alle aziende che stanno attraversando un periodo di incertezza per le quali normalmente accedere al credito è pressoché impossibile, dato che , per accedere al servizio, non è necessario un bilancio ma soltanto un “Deposito Cauzionale”. Alle aziende, che possono dedurre le spese e detrarre l’Iva.

Il canone mensile fisso è un canone onnicomprensivo, include non solo l’utilizzo dell’auto ma anche la copertura assicurativa, il bollo, la manutenzione ordinaria e straordinaria e qualunque spesa di gestione dell’auto, come i pneumatici e molto altro ancora.

Vuoi saperne di più?

Contattaci per parlare con i nostri esperti!

 

Noleggio a Lungo termine: la scelta di 30.000 italiani

15 giugno 2018 / 0 Comments / 91 / automobili, Blog, noleggio

Del noleggio a lungo termine e dei suoi vantaggi vi abbiamo già parlato nei ​precedenti articoli​, vi abbiamo spiegato il funzionamento, le potenzialità e i vantaggi di questa soluzione. La conferma più grande del successo del Noleggio a Lungo Termine viene da Aniasa, l’associazione che all’interno di Confindustria rappresenta il settore dei servizi di mobilità (noleggio veicoli a lungo termine, rent-a-car, car sharing, fleet management e servizi di infomobilità e assistenza nell’automotive) e dalla società di consulenza strategica Bain & Company.

Secondo questo studio 1 italiano su 4 conosce la formula del noleggio a lungo termine e il 40% si dichiara pronto a sperimentarlo. Ad oggi sono già 30.000 gli automobilisti che hanno abbandonato la vettura di proprietà per affidarsi alla formula del noleggio “tutto incluso” a fronte di un costo fisso. Le aziende migrano verso questa soluzione a fronte dei vantaggi anche fiscali che essa concede e le startup, in aumento nel nostro paese, scoprono in questa formula una vera manna.

Dallo studio infine è emerso anche il profilo dell’utente-tipo del noleggio a lungo termine: L’utente-tipo noleggia principalmente per motivi di lavoro o di pendolarismo, è un uomo (52%) mediamente più giovane, più istruito più green e più benestante rispetto ai privati che scelgono la proprietà.

I dati conclusivi arrivano direttamente da “il Sole 24ore”: il noleggio a lungo termine è cresciuto più della media del mercato: +21%. Nel primo quadrimestre 2018 il comparto ha già consegnato ai clienti 109mila vetture e 13mila commerciali leggeri.

E tu cosa aspetti a provarlo? Scrivici e seguici sulla nostra pagina ufficiale facebook e resta aggiornato sulle ultime novità!

 

STAI CERCANDO IL TUO VEICOLO IDEALE?

Le nostre offerte
Get A Quote