Panda

Fiat Panda: scommettiamo che questi aneddoti non li conoscevi?

19 Novembre 2018 / 0 Comments / 144 / automobili, News 2018, noleggio

La Panda, nata nel 1980, è sicuramente l’auto più amata dagli italiani, non per niente uno slogan di una vecchia pubblicità recitava ​“se non ci fosse, bisognerebbe inventarla”.
La Panda ha fatto la storia del nostro paese per quasi 40 anni e legati a quest’auto ci sono dei divertenti aneddoti. Di seguito ve ne proponiamo cinque.

1- LA PIÚ VENDUTA IN ITALIA

Vi siete mai chiesti quale fosse l’auto più venduta nel nostro paese?
Magari qualche Suv oppure la Fiat 500, invece no è proprio la Panda. Nei primi sei mesi del 2018 ha raggiunto i 67.433 esemplari venduti. Anche alla fine del mese di ottobre si conferma in testa doppiando la seconda.
Insomma gli italiani preferiscono un’auto familiare ma anche compatta, made in Italy ed economica.

2- MODELLI IMPREVEDIBILI

La Panda, oltre ai modelli che tutti conosciamo, è stata prodotta in diversi esemplari, ad edizione limitata, modelli molto molto molto curiosi.

-Pa(nd)pa Mobile
Uno dei più curiosi è sicuramente la Panda sotto forma di Papamobile.
Nel 1982 il papa Giovanni Paolo II fece una visita in Spagna durante la quale incontrò i fedeli negli stadi Santiago Bernabeu di Madrid e Camp Nou di Barcellona. Inizialmente avrebbe dovuto utilizzare la Mercedes 230G ma risultò troppo grande e così venne utilizzata… una Panda.

-Forza azzurri
Venne realizzato anche un modello speciale per i mondiali di calcio del 1990 in Italia. L’auto era decorata con il tricolore sulla fiancata e con la mascotte, Ciao, un simpatico omino.
Inoltre aveva gli interni azzurri e i cerchi a forma di pallone da calcio.
Una vera auto per appassionati.

3- IL FURTO DELLA PANDA

Nel febbraio 1980 la rivista “Quattroruote” pubblicò in anteprima mondiale il test della Panda. Ma come fece?
Quando i collaudatori della Panda si fermarono a pranzare in un ristorante lasciarono, inconsciamente, le chiavi sul cruscotto dell’auto e così i redattori del giornale “presero in prestito” il veicolo e fecero un giro per poi restituirlo prima che gli ignari proprietari se ne accorgessero.

4- PANDA O GINGO?

Nel marzo 2003 la Fiat propose una nuova auto, l’erede della Panda, che avrebbe dovuto chiamarsi “Gingo”.
Purtroppo, però, il nome risultava troppo simile alla Renault Twingo, diretta concorrente.
I vertici della Renault non vollero avere scusanti e così la Fiat fu costretta a modificare il nome a poco più di un mese dal lancio. Il nome era ormai stampato su tutte le targhette in metallo, i libretti di uso e manutenzione, i documenti interni e molto altro e furono costretti a modificare tutto.
Dato che la produzione veniva fatta in Polonia alcuni modelli sfuggirono e vennero esportati in tutta Europa diventando un modello da collezione.

5- A PECHINO COL PANDINO

Un gruppo di tre ragazzi hanno deciso di portare la loro Panda in giro per il mondo andando dall’Italia fino in Cina.
Sono partiti dal locale Taverna Azzurra di Palermo a luglio per arrivare un mese più tardi a Pechino.
Hanno percorso 15 mila chilometri e visitato undici nazioni.
La loro Panda bianca e blu ha portato i colori e i sapori dell’Italia in tutte le nazioni visitate. I ragazzi non hanno prenotato alberghi ma hanno dormito in tenda o in ostello al fianco del loro pandino!

Se leggendo queste curiosità ti sei appassionato alla Fiat Panda ma non per il momento non vuoi comprarla, puoi sempre noleggiarla da Noleggio Vincente scegliendo la soluzione e il modello adatto a te. Visita il nostro sito!

GoodNews: Le auto a Noleggio raggiungono un nuovo record!

11 Settembre 2018 / 0 Comments / 195 / automobili, Blog, noleggio

Sono ancora caldi i risultati del mercato delle automobili del mese scorso.

Positivi al punto da  realizzare un record per il noleggio, grazie a formule sempre più vantaggiose per i clienti. La crescita registrata è stata  del +31,4% per il noleggio a lungo termine e del +25,1% quello a breve termine.

I marchi preferiti dagli Italiani

Secondo uno studio la Renault Clio è diventata l’auto preferita dagli italiani, sorpassando la Fiat Panda, tra le auto più diffuse tra quelle concesse ai dipendenti come veicolo aziendale.  La Fiat rimane tuttavia il marchio più venduto e noleggiato in Italia, anche se fa registrare una continua discesa  e una quota di mercato passata ora al 17,82% a differenza di Renault che continua a farsi strada  +73,4% rispetto all’ottavo mese del 2017.

Perché agli Italiani piace il Noleggio a Lungo Termine?

Il Noleggio a Lungo Termine ( NLT) è una soluzione di mobilità dedicata a chi necessita di un veicolo senza l’obbligo di doverlo riscattare, una formula innovativa e sempre più utilizzata dalle aziende per utilizzare un veicolo, auto o furgone.

Per farla semplice, grazie a questa formula, si ha a disposizione un’autovettura o un veicolo commerciale per una durata variabile dai 12 ai 60 mesi, a fronte del pagamento di un canone mensile che risulta sostanzialmente inferiore ad altre soluzioni come ad esempio quella del noleggio a breve termine.

Conviene ai professionisti privati o aziendali che si sa, dovendo percorrere molti chilometri tutti i giorni hanno bisogno di mezzi sempre efficienti, ben tenuti e sicuri. Conviene a che vuole risparmiare liberandosi di tutti i fastidi derivanti dalla proprietà, a partire dalle spese di manutenzione e assicurazione auto.

Alle Startup o alle aziende che stanno attraversando un periodo di incertezza per le quali normalmente accedere al credito è pressoché impossibile, dato che , per accedere al servizio, non è necessario un bilancio ma soltanto un “Deposito Cauzionale”. Alle aziende, che possono dedurre le spese e detrarre l’Iva.

Il canone mensile fisso è un canone onnicomprensivo, include non solo l’utilizzo dell’auto ma anche la copertura assicurativa, il bollo, la manutenzione ordinaria e straordinaria e qualunque spesa di gestione dell’auto, come i pneumatici e molto altro ancora.

Vuoi saperne di più?

Contattaci per parlare con i nostri esperti!

 

STAI CERCANDO IL TUO VEICOLO IDEALE?

Le nostre offerte
Get A Quote

Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/rbjyikru/public_html/wp-includes/functions.php on line 4212